Sambuco - Cascina Torrine..Agriturismo,Fattoria Didattica,Orto Amico

Vai ai contenuti

Menu principale:

Erbe Aromatiche > Elenco erbe
Sambuco

NOME BOTANICO: Sambucus nigra
FAMIGLIA: Caprifogliacee
BREVE DESCRIZIONE: Pianta che può essere alta 3/4 metri, con rami bruno cenere, solo quelli giovani sono verdi; quando cadono le foglie sul ramo rimane una cicatrice a forma di semiluna. Ha foglie decidue , composte, impari pennate e finemente seghettate aimargini. I fiori sono piccoli di colore bianco o avorio, riuniti in corimbi. Alle infiorescenze succedono grappoli di vistose bacche nere e lucenti.
DURATA: Perenne
PERIODO DI FIORITURA: I fiori compiono da aprile a giugno, presentano 5 petali e stamisporgenti con antere gialle.
AREA DI ORIGINE: Europa, Asia, America.
CLIMA: Temperato
USO: Cresce spontaneamente in tutta italia,lungo siepi, fossi e boschi, se coltivato va fatto in piena terra accorgimenti e cure
ESPOSIZIONE E LUMINOSITA': Deve essereesposto in zone di pieno sole ma tollerabene anche posizioni semiombreggiate.Temperatura: Sopporta bene sia le alte che le basse temperature
SUBSTRATO: Predilige terreni freschi e profondi, in particolare se ricchi di azoto.
IRRIGAZIONE: Deve essere annaffiata in maniera moderata, se spontaneo basterà l'acqua piovana
CONCINMAZIONE: Utilizzare concime ternario complesso, oppure, stallatico ben maturo.Propagazione: Avviene per seme, oppure,si possono prelevare talee di legno maturo,in autunno
AVVERSITA': Non è soggetto a particolari malattie o parassiti. A volte possono manifestarsi delle macchie sulle foglie dovute a qualche specie fungina.
PICCOLI CONSIGLI: E' un arbusto esuberantee di rapida crescita, richiede molto spazio,ma è indispensabile nel giardino biologico per le sue proprietà curative. Non necessita di cure particolari.
STORIA: La pianta del sambuco era considerata praticamente sacra dalla tradizione folkloristica germanica, infatti, era chiamata l'albero, Holda, nome di una fata che abitava la pianta e che le conferiva dei poteri curativi. In alcuni luoghi i contadini si inchinavano o toglievano il cappello difronte a questa fantastica pianta. Intorno ai monasteri ed alle fortezze si piantavano queste piante perchè le proteggessero dai mali.
AMBIENTE: questa specie è diffusissima allo stato spontaneo nei nostri boschi. Cresce ovunque, spesso la troviamo vicino ad edifici abbandonati ed intorno agli allevamenti.
UTILIZZO IN MEDICINA: Storicamente considerata una panacea da tutta la medicina popolare. I suoi fiori, assunti in grande quantità sottoforma di tè bollente, hanno un effetto sudorifero, che viene sfruttato per le malattie da raffreddamento con la febbre. Si possono preparare decotti facendo bollire i fiori di sambuco per fare dei pediluvi. Ha proprietà lassative, diuretiche, rinfrescanti,antinevralgiche.
IN CUCINA: I suoi frutti sono ricchi di vitaminee sostanze minerali, ottimi per succhi e marmellate. Evitare l'assunzione dei frutti crudi o acerbi, possono provocare mal di pancia.
CURIOSITA' : In sicilia si credeva che un bastone di sambuco avesse il potere di uccidere i serpenti e di far scappare i ladri. Nelle leggende germaniche il flauto magico era fatto con il sambuco. A questa pianta dalle molteplici proprietà era attribuito anche un potere divinatorio per quanto riguarda il sesso dei nascituri e la bontà del raccolto. ma questa è considerata una pianta ambigua, si favoleggia chedentro di lei non si celi una fata ma bensì una strega.

Torna ai contenuti | Torna al menu